Bologna Next Fashion Art, la fusione tra Moda e Arte a Palazzo Pepoli

Bologna Next Fashion Art, la fusione tra Moda e Arte a Palazzo Pepoli

Bologna, città scrigno di tesori  mostrati e nascosti, città dal cuore pulsante e sempre attivo il 22 giugno sarà la sede dell’evento Next Fashion Art, la fusione tra Moda e Arte.

Nell’anno in cui in Italia si guarda alla nutrizione con Expo 2015 gli studenti di Next Fashion School sfileranno collezioni ispirate dalla magia delle loro città: Bologna;

allievi insaziabili di spunti artistici, voraci di architetture, sculture e pitture che li hanno visti crescere.

Il Fashion e l’Arte insieme, con l’inconfondibile impronta Next.

Bologna Next Fashion Art, la fusione tra Moda e Arte a Palazzo Pepoli

 

Next FashionArt Bologna si paleserà il 22 Giugno, 70 outfit suddivisi in mini-collezioni avranno come audace e sontuosa passerella bolognese Palazzo Pepoli, il Museo della Storia di Bologna, che fa parte del percorso museale Genus Bononiae.

Bologna Next Fashion Art, la fusione tra Moda e Arte a Palazzo Pepoli

 

Musei nella Città. Recentemente reinventato e restaurato, il Palazzo medioevale rappresenta la cultura e l’arte della città. La storia raccontata attraverso un allestimento moderno e contemporaneo: una location perfetta , innovativa con la quale condividiamo lo spirito ardito della proiezione verso il domani.

Bologna Next Fashion Art, la fusione tra Moda e Arte a Palazzo Pepoli

“Tra le sale che espongono il punto di partenza, la nostra energia sarà il punto d’arrivo – si legge in una nota della scuola – noi vogliamo celebrare le nostre radici, ci nutriamo di Arte per creare la Moda del domani”.

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

pinkitaliafooter

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di PINKITALIA  sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License. Ulteriori permessi possono essere richiesti contattando  redazionepinkitalia@gmail.com

Pinkitalia.it
Trattamento dati: Paola Guerci.
La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto.
I materiali inviati non verranno restituiti.
Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite da internet o comunque da fonte liberamente accessibile e sono considerate di pubblico dominio (l. 41/633 art. 90) salvo diversa indicazione espressa. Qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, gli interessati o gli aventi diritto possono comunicare le loro osservazioni in merito alla pubblicazione delle immagini scrivendo a redazione@pinkitalia.it, che valuterà le richieste e l’opportunità di rimuovere le immagini pubblicate nel pieno rispetto delle normative vigenti.
La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte di Pinkitalia.it

Privacy Policy

Web Developer Fabio Folgori