Bologna: Frutta e verdura di stagione ordinate via web e consegnate a domicilio

Frutta e verdura di stagione ordinati via web e consegnati a domicilio
l’ingegnere Marco Cattani fondatore di Lune Buone

Si chiama Lune Buone la stratup innovativa e green che a Bologna permette di ordinare online frutta e verdura di stagione ed averla consegnata a domicilio. Una nuova idea imprenditoriale, ma anche la promozione di uno stile di vita sano. Semplice, facile, comodo, sostenibile e sano.

Questo è Lune Buone.

Un’idea scaturita da una forte passione personale, tanto radicata da portare l’ingegnere Marco Cattani, classe 1975, a lasciare la sua professione (costruire case) e buttarsi a capofitto nel suo progetto imprenditoriale, che è anche la promozione di uno stile di vita sano e consapevole, rispettoso della salute delle persone e dell’ambiente.

l’ingegnere Marco Cattani

Da questo mix di elementi è nato www.lunebuone.it.

Attraverso il sito, di facile accesso e utilizzo proprio per permettere a tutte le persone di usarlo, a Bologna è possibile acquistare online e farsi consegnare direttamente a domicilio prodotti ortofrutticoli di stagione, ma anche marmellate, miele, salse, succhi di frutta, pasta secca, vino, legumi e cereali, olio, ecc. provenienti da aziende selezionate dell’Emilia Romagna (salvo alcune rare eccezioni per impossibilità a reperire i prodotti diversamente) e biologici certificati.

«Penseremo noi, ogni settimana e per tutto l’anno, a comporre la cesta con i prodotti biologici che l’utente ha indicato online fra i propri preferiti ed effettueremo la consegna nel giorno, nel luogo e nell’ora scelti – illustra Marco Cattani – La frutta e la verdura, sempre di stagione, sarà raccolta al mattino poche ore prima della consegna garantendo così una eccezionale freschezza.

l’ingegnere Marco Cattani

Scegliendo prodotti freschi e raccolti secondo la loro maturazione naturale si porterà in dote al palato una ricchezza straordinaria e unica di sapori. In aggiunta, cambiare i cibi in tavola secondo le stagioni vuol dire diversificare in automatico l’apporto di vitamine, sali minerali e altri nutrienti di cui il nostro organismo ha necessità».

Attraverso la propria attività imprenditoriale, Lune Buone contribuisce, nel proprio piccolo, anche a sostenere l’economia del territorio avvicinando i consumatori ai produttori delle eccellenze locali, in base a un modello di sviluppo sostenibile.

Spiega Cattani: «Selezioniamo i migliori produttori biologici della regione e portiamo direttamente a casa dei clienti il risultato del loro duro lavoro, del loro impegno e del loro attaccamento ai valori della nostra terra».

Frutta e verdura a casa. Perché conviene?

1. Fa bene
Proprio così, perché ortaggi e frutta di stagione contengono una maggiore quantità di valori nutrizionali e di principi attivi. Ma non è tutto. Per farli crescere non vengono utilizzati prodotti chimici, ampiamente sfruttati, invece, nelle colture non bio.
È facile capire perché: se forziamo le piante al volere dell’uomo, anziché a quello della natura, otterremo varietà vegetali particolarmente deboli e per questo facili preda di insetti nocivi.

2. È più buono
Vi è mai capitato di mangiare una fragola, poniamo, in novembre? Non ha alcun tipo di aroma. Mettere nel carrello prodotti che arrivano a una maturazione naturale significa regalare al palato una ricchezza che non ha eguali. Più profumi, più sapori, insomma più gusto.

3. È conveniente
Immaginiamo di abbattere i costi per il trasporto da regione a regione. Immaginiamo di abbattere i costi per le serre riscaldate, uno degli artifici utilizzati per far sopravvivere alcune varietà al clima avverso. Immaginiamo di abbattere i costi per la conservazione in celle frigo o spazi similari. Tutto questo è possibile e non dobbiamo solo immaginarlo. Affinché ciò si realizzi basta mangiare frutta e verdura bio, a km zero.

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

pinkitaliafooter

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di PINKITALIA  sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License. Ulteriori permessi possono essere richiesti contattando  redazionepinkitalia@gmail.com

Pinkitalia.it
Trattamento dati: Paola Guerci.
La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto.
I materiali inviati non verranno restituiti.
Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite da internet o comunque da fonte liberamente accessibile e sono considerate di pubblico dominio (l. 41/633 art. 90) salvo diversa indicazione espressa. Qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, gli interessati o gli aventi diritto possono comunicare le loro osservazioni in merito alla pubblicazione delle immagini scrivendo a redazione@pinkitalia.it, che valuterà le richieste e l’opportunità di rimuovere le immagini pubblicate nel pieno rispetto delle normative vigenti.
La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte di Pinkitalia.it

Privacy Policy

Web Developer Fabio Folgori