Ricerca, alla Fiera di Bologna il via a “R2B” fra innovazione e futuro

Alla Fiera di Bologna il via a R2B fra ricerca e innovazione

Taglio del nastro, alla fiera di Bologna, con il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ed il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, per la decima edizione di ‘R2B’ (Research to Business), il salone internazionale dedicato alla ricerca industriale e all’innovazione che ospita incontri tra aziende, centri di ricerca e università.

Alla Fiera di Bologna il via a R2B fra ricerca e innovazione

 

In fiera anche un’area espositiva delle migliori start up emiliano romagnole e convegni.

L’evento organizzato da Regione, Bologna Fiere, Aster e Smau è in agenda fino a venerdì e quest’anno sarà dedicato al lancio dei nuovi fondi europei della Regione Por Fesr 2014-2020.

L’appuntamento, che negli anni ha registrato una costante crescita del numero di visitatori (dai 4mila del 2011 ai 5.750 dell’anno scorso), è stato presentato oggi in Regione dall’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, dal presidente Aster Fabio Rangoni, dal presidente di Bologna Fiere Duccio Campagnoli e dall’ad di Smau Pierantonio Macola.

Alla Fiera di Bologna il via a R2B fra ricerca e innovazione

 

A R2B parteciperanno oltre 200 espositori e delegati provenienti da 25 Paesi del mondo. Durante ‘Research to Business’, in collaborazione con Enterprise Europe Network, sarà organizzata anche l’ottava edizione di ‘Innovat&Match‘, la due giorni di incontri tra aziende, centri di ricerca e università con l’obiettivo di creare partnership internazionali e accordi di ricerca e tecnologici. Dal 2011 a oggi sono stati oltre 4.200 gli incontri organizzati in quest’ambito.

Protagoniste anche 40 start up emiliano-romagnole e 50 laboratori della Rete alta tecnologia che presenteranno ai visitatori i loro progetti innovativi, mentre domani alle 12 l’appuntamento è con il premio Smau per le imprese regionali più innovative.

Da ‘R2B’ 2015 partirà, dunque, il road show dedicato al lancio dei nuovi fondi europei Por Fesr 2014-2020 e volto a a presentare i nuovi bandi per le imprese e i servizi territoriali a supporto della ricerca e dell’innovazione.

Dopo Bologna il tour proseguirà nei Tecnopoli di Reggio Emilia (10 giugno), Ferrara (24 giugno), Ravenna (3 luglio), Modena (8 luglio) e Parma (15 luglio).

hand pushing innovation button on a touch screen interface

Durante gli incontri la Regione presenterà alle imprese i dettagli dei nuovi bandi e Aster racconterà la Rete Alta Tecnologia con i suoi nuovi strumenti. In ogni tappa inoltre, le aziende presenti potranno sperimentare, previa prenotazione, i servizi di consulenza offerti gratuitamente da Aster attraverso l’Infodesk, sui temi dei finanziamenti europei, del trasferimento tecnologico, della proprietà intellettuale, della finanza per l’innovazione, delle start-up innovative. A conclusione di ciascun appuntamento sarà possibile visitare il tecnopolo ospitante per conoscerne le competenze di ricerca presenti e le attrezzature disponibili. Verrà presentata inoltre la piattaforma www.smartcommunitiestech.it, un portale che offre visibilità ai progetti innovativi dei centri di ricerca e dalle imprese a favore delle Smart City. La Piattaforma è stata elaborata dal cluster nazionale Smart Communities che proprio a R2B organizzerà la sua prima assemblea, in programma il 5 giugno alle 10.

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

pinkitaliafooter

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di PINKITALIA  sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License. Ulteriori permessi possono essere richiesti contattando  redazionepinkitalia@gmail.com

Pinkitalia.it
Trattamento dati: Paola Guerci.
La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto.
I materiali inviati non verranno restituiti.
Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite da internet o comunque da fonte liberamente accessibile e sono considerate di pubblico dominio (l. 41/633 art. 90) salvo diversa indicazione espressa. Qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, gli interessati o gli aventi diritto possono comunicare le loro osservazioni in merito alla pubblicazione delle immagini scrivendo a redazione@pinkitalia.it, che valuterà le richieste e l’opportunità di rimuovere le immagini pubblicate nel pieno rispetto delle normative vigenti.
La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte di Pinkitalia.it

Privacy Policy

Web Developer Fabio Folgori